Tempo è la parola più usata nella lingua inglese. La seconda è persona. Tutti, parlando, abbiamo detto a seconda dei casi: risparmiamo tempo, guadagniamo tempo, lavoriamo a tempo pieno, ammazziamo il tempo, perdiamo o prendiamo tempo, non abbiamo tempo, eccetera. A differenza dello spazio il tempo è più complicato per il cervello umano da comprendere. Ecco i motivi per cui ci occupiamo del tempo. E’ una questione aperta. I nostri organi sensoriali non percepiscono direttamente lo scorrere del tempo. Non almeno come quando ci muoviamo nello spazio. Spesso quando parliamo del tempo usiamo concetti spaziali: è stata una lunga giornata, ho partecipato a una lezione interminabile, ecc. Parliamo di tempo naturale, soggettivo, o meccanico per distinguere le sensazioni vissute e legate al fluire del tempo o se ci riferiamo alla sua misura mediante strumenti come gli orologi. Insomma ci cimentiamo costantemente con questa affascinante parola.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: